giovedì 29 luglio 2010

Casa dello studente

Quello che rimane della casa dello studente.
Porte aperte sul vuoto che guardano pilastri squarciati dalle ruspe di chi ha cercato le persone sotto un mucchio di macerie.

2 commenti:

  1. bellissimo lavoro, di grande impatto.

    RispondiElimina
  2. fabio hai avuto la mano ferma; avevo provato a disegnare quelle rovine e quei ferri contorti ma mi tremava..

    RispondiElimina