lunedì 12 luglio 2010

Piazza d'Italia

disegni di fernando c.

Solo rovine, statue mute e silenzio. Qui volevo provare a fare un De Chirico. De Chirico avrebbe saputo cogliere la potenza di queste piazze tranquille e di questi monumenti in attesa e dare una immagine di unità e completezza a quello che oggi si presenta come uno strappo. Non mi è venuto.

3 commenti:

  1. Senza scomodare De Chirico è uno splendido acquerello, pieno di atmosfera e carico di significati.

    RispondiElimina
  2. Ma è venuto benissimo invece!

    RispondiElimina
  3. Anch'io lo trovo molto bello!
    Complimenti per l'idea di realizzare questo blog, disegnare una città è un bellissimo modo per amarla, e spero anche un mezzo per tenere desta l'attenzione di molti sulla realtà dell'Aquila, al di là delle finzioni ad uso televisivo.

    RispondiElimina